MOTORIST

MOTORIST
MOTOrcycle Rider Integrated SafeTy
Durata (mesi): 48
Inizio progetto: 1/2/2014
Fine progetto: 31/1/2018
Budget: 4.0 M€
Cofinanziamento: EC
Coordinatore: UNIFI (Marco Pierini)
Numero partner: 8 full e 6 associated
Descrizione del progetto:

La ricerca di MOTORIST si concentra sul rendere l’uso dei motocicli più sicuro tramite due principali obiettivi S & T:

• lo sviluppo di nuove strategie di formazione, tecnologie di sicurezza attiva e dispositivi di protezione individuale specifici per motocicli;

• valutare i metodi proposti e le tecnologie in scenari di vita reale per quantificare i benefici in termini di riduzione degli incidenti su motocicli e degli infortuni dei piloti.

Coerentemente, sarà scelta una chiara strategia in accordo con i seguenti obiettivi specifici:

• In primo luogo il miglioramento della sicurezza dei motocicli sarà raggiunto migliorando i metodi per la formazione dei piloti (WP1 – Rider Training), con particolare attenzione ai giovani piloti (perché sono quelli più facilmente coinvolti in un incidente) e piloti anziani (a causa dell’ aumento dell’ età media in Europa). Infatti, come indicato anche dal EARPA1 l’attore fondamentale per il raggiungimento del miglioramento della sicurezza stradale è il pilota che influenza in modo significativo la probabilità di accadimento di incidenti per la loro abilità di valutazione del rischio, il processo decisionale e di controllo;

• In secondo luogo il miglioramento della sicurezza sarà raggiunto attraverso lo sviluppo di sistemi di sicurezza attivi volti a migliorare l’interazione tra il pilota e motociclo (WP2 – Safety Integrated), con particolare attenzione all’ambiente urbano (dove si prevede un aumento dell’utilizzo del motociclo e dove sono presenti scenari di traffico complessi);

• In terzo luogo, per i casi in cui gli incidenti sono inevitabili, saranno sviluppati dispositivi di protezione individuale per il pilota, aiutato da informazioni dall’evento prima dell’impatto (WP3- Personal Protective Equipment). MOTORIST userà un approccio multidisciplinare sul comportamento del pilota, sulla formazione, sulla sicurezza attiva e sicurezza passiva. L’esperienza, i metodi di formazione e le innovazioni che ne risulteranno saranno di grande interesse per gli stakeholder,  alcuni dei quali sono coinvolti come partner associati del progetto, sulla formazione del pilota (FEMA) e sui collegamenti con l’industria EU del settore motociclistico (ACEM) e dei componenti (PIA, SKF, DAI) dal momento che sono previsti miglioramenti nella fase di progettazione di nuovi prodotti.